Conclusi i progetti “ON LIFE” e “Imparare a mediare in situazioni di conflitto”

Si sono conclusi in questi giorni i progetti “ON LIFE” e “IMparare a mediare in situazioni di conflitto”, due importanti azioni attraverso le quali l’ITTS Fedi-Fermi di Pistoia ha arricchito la propria offerta formativa nell’ambito della programmazione di Educazione civica. 

Il progetto “ON LIFE” è stato promosso da UNICEF al fine di far sviluppare competenze specifiche per una matura convivenza sociale e una corretta educazione contro le diseguaglianze; gli allievi, analizzando le forme di pregiudizio sociale su alcune tipologie di soggetti – individuati per etnia, status sociale e lingua – che conducono all’isolamento e alla discriminazione, hanno avuto modo di esprimere con sincerità le proprie abitudini e si sono confrontati sulle conseguenze di determinati modi di pensare, ben radicati nella società attuale e nel mondo giovanile.

Inserito nel PTOF 2022-25, il progetto si è rivolto principalmente alle classi seconde, al fine di consolidare l’apprendimento di un lessico lontano da pregiudizi e discriminazioni, attraverso un’analisi critica del linguaggio verbale e visivo/multimediale, con riflessioni  guidate alla conoscenza dei valori affermati  dalla Convenzione Internazionale dei Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, votata dalle Nazioni Unite nel 1989 e in vigore dal 1990 (art.2 Principio di non discriminazione).

Un esercizio di educazione al dialogo, al  rispetto e allo sviluppo di ulteriori competenze di educazione civica è stato, invece, l’obiettivo degli incontri progetto Imparare a mediare in situazioni di conflitto, curato dall’Ass.ne UNAM, in intesa con il Ministero dell’Istruzione.

L’iniziativa, che ha interessato classi del biennio e del triennio, ha offerto agli studenti spunti di discussione sulle emozioni e sulla capacità di controllare reazioni istintive dalle possibili conseguenze negative; inoltre i discenti hanno avuto l’opportunità di vedere gli eventi conflittuali in un’ottica di soluzione concordata, sebbene la mediazione sia una procedura giudiziaria preventiva e  obbligatoria in sede di processo civile. 

“Il documento d’intesa  sottoscritto fra il Ministero dell’Istruzione e UNAM dichiara che i cambiamenti sociali, culturali, economici e le complessità che caratterizzano le società contemporanee hanno determinato processi significativi di innovazione e trasformazione dei sistemi educativi di tutti i Paesi, non solo rendendo necessario ridefinire i concetti di cittadinanza, legalità e democrazia, ma anche riconoscendo e valorizzando il ruolo fondamentale della componente studentesca nella vita della scuola e della comunità;  i diritti-doveri di cittadinanza si esplicano nel rispetto delle regole e nella partecipazione di tutti i cittadini alla vita civile, sociale, politica ed economica;  è necessario offrire alle scuole un idoneo quadro di riferimento, attraverso il quale sia possibile predisporre un’offerta formativa che valorizzi l’educazione alla convivenza civile, alla legalità e ai principi generali previsti dalla Costituzione della Repubblica italiana prevede, allo scopo di assicurare il pieno sviluppo della persona e dei diritti di cittadinanza”.

onlife4