Eduscopio 2022-2023: ottimi i risultati dei diplomati del Fedi-Fermi al lavoro e all’università

Sono molto positivi i risultati raggiunti dagli studenti del Fedi-Fermi che si sono diplomati negli scolastici 2016/17, 2017/18, 2018/19, sia per quanto riguarda l’ambito lavorativo che quello universitario. È quanto si apprende dalla nuova edizione 2022/2023 di Eduscopio, il portale nato da un progetto della Fondazione Giovanni Agnelli che, tramite un’analisi di dati statistici, permette di capire quali scuole superiori preparano meglio agli studi universitari o al lavoro dopo il diploma.  

Insegne ITTS 3

Un’analisi articolata dei risultati riportati sul sito, dimostra come l’ITTS Fedi-Fermi fornisca competenze adeguate e immediatamente spendibili sul mercato del lavoro. Infatti il 66% dei diplomati, tra quelli non iscritti all’università, ha lavorato per almeno sei mesi nei due anni successivi al diploma e in media ha dovuto attendere 165 giorni  per trovare un contratto di lavoro significativo entro 11 km da casa.

 

Ma cosa hanno fatto i diplomati dei tre anni scolastici in esame, nei due anni successivi al diploma? Il 52% si è iscritto all’università, invece un gruppo è entrato nel mondo del lavoro e il 32% di coloro che ne fanno parte ha lavorato per più di sei mesi in due anni, mentre gli altri, i “sottoccupati” del gruppo, cioè quelli che hanno lavorato solo saltuariamente, sono il 7%: delle percentuali migliori rispetto a quelle degli studenti delle scuole dello stesso tipo nella provincia, infatti, in media, il 30% ha lavorato per più di sei mesi, mentre il 10% ha lavorato meno di sei mesi. Superiore anche il numero degli studenti del Fedi-Fermi che studiano all’università, il 36% con il 33% dei diplomati delle scuole dello stesso tipo nella provincia.

 

Molto incoraggianti sono anche i dati relativi alla tipologia dei contratti di coloro che hanno lavorano per più di sei mesi nei due anni successivi al diploma, infatti il 70% ha avuto contratti permanenti in apprendistato e il 7,5% contratti a tempo indeterminato, mentre  il 22,4% ha avuto contratti temporanei. Inoltre i dati di Eduscopio ci dicono che il 47,3% dei diplomati dell’istituto ha svolto un lavoro coerente con il proprio titolo di studio. Altri dati, infine, ci comunicano che il Fedi-Fermi è, rispettivamente, al quarto e al quinto posto tra 12 scuole in un raggio di 30 Km da Pistoia per indice di occupazione dei diplomati e coerenza tra studi compiuti e lavoro trovato. 

 

Eduscopio.it misura anche l’efficacia educativa di una scuola di II grado guardando agli esiti universitari di chi l’ha frequentata. Dai dati forniti, che sono riferiti a tre classi successive di immatricolati (aa.aa. 2017/18-2018/19-2019/20) che hanno già completato il primo anno di studi universitari, si apprende che la percentuale degli immatricolati provenienti dal Fedi-Fermi che ha superato il primo anno è maggiore rispetto alla media di coloro che provengono da scuole dello stesso indirizzo nella regione;  inoltre è al secondo posto delle scuole, in un raggio di 30 Km da Pistoia, per indice FGA: l’indicatore che tiene conto sia della bravura (media dei voti) che della rapidità degli studenti nel superare gli esami (crediti conseguiti).

 

Diagrammi e tabelle da Eduscopio.it

 

Addetto Stampa

prof. Tindaro Natoli

te.natoli@backup.ittfedifermi.edu.it

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.