IFN – CNR – MENZIONE SPECIALE AGLI STUDENTI DELLA 2CHA

Concorso “Fotonica in gioco” a cura dell’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del CNR: una menzione speciale ai “piccoli chimici”!

 

Il gioco “Ecogame!”, realizzato dagli studenti della 2CHA A.S. 2019-20 (attualmente in 3a CHA), ha ricevuto una menzione speciale in occasione del concorso “Fotonica in Gioco” – Terza edizione – con la seguente motivazione:

Menzione speciale al gioco “Ecogame!” come miglior gioco per riflettere e cambiare

Fotonica in Gioco è un concorso a premi aperto a tutti gli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado Italiane: lo scopo è la creazione di un gioco da tavolo originale con tema scientifico. 

I ragazzi, guidati della prof.ssa Claudia Micale, e con la collaborazione dei colleghi prof.ssa Maddalena Lattari e prof. Andrea Mazzei, hanno scelto il tema del risparmio energetico e uno schema semplice, con un percorso “ad ostacoli” tipo “Gioco dell’Oca”, con il tabellone e carte speciali  realizzati in carta e cartone, e con pedine ricavate con materiali riciclati; l’obiettivo del gioco è quello di avere a fine gioco un set di elettrodomestici con i consumi più bassi possibili. Il fine del gioco è quello di divulgare una cultura del risparmio energetico, così importante oggi per la salvaguardia del pianeta, prendendo confidenza con gli aspetti essenziali del bilancio energetico domestico.

E l’idea non è passata inosservata nonostante l’agguerrita e meritevole concorrenza!

Il concorso, presentato il 9 dicembre 2020, è proposto dall’Istituto di Fotonica e Nanotecnologie del Consiglio Nazionale delle Ricerche IFN – CNR, nell’ambito delle iniziative per la divulgazione scientifica e la promozione della conoscenza.

La giuria di selezione, costituita da esperti dell’IFN-CNR con il supporto di Studiogiochi (organizzatrice del Premio Archimede) ed esperti del settore, ha giudicato i prototipi partecipanti e selezionato i giochi migliori.

Il 17 dicembre 2020 si è conclusa la fase di selezione della terza edizione. L’evento si può rivedere sui canali e sui social di Comunicazione del CNR.

I docenti e gli studenti ringraziano sentitamente il dott. Fabio Chiarello (coordinatore del concorso): le fatiche e il lavoro dei ragazzi hanno trovato un riconoscimento che per loro è importante; sarà un incoraggiamento per affrontare nuove sfide, anche didattiche, e più o meno … ludiche!

L’esperienza è stata molto positiva; aspettiamo inoltre di poter tornare ad attività “dal vivo”, e di riprendere anche in altre forme la collaborazione con il CNR, che riteniamo fondamentale per i nostri ragazzi.